terreni in vendita - terreni edificabili - terreni agricoli
Registrati gratis  | SSL secure connection  Login area privata  | 07 Dic 2019
Autore : Redazione

Tipologie di isolanti

Classificazione ed impiego

(15/03/2013)

A seconda della composizione, i materiali isolanti vengono suddivisi in 2 grandi categorie: organici ed inorganici; il loro scopo è quello di contenere quanto più possibile le dispersioni, rendendo il microclima dellâedificio quanto più possibile stabile anche con il variare delle condizioni climatiche esterne.

Per ottenere un risultato di questo tipo è necessario che lâintero edificio sia progettato e realizzato in modo accurato, coibentando opportunamente tutte le sue componenti; infatti le varie parti di un edificio sono caratterizzate da valori di trasmittanza termica differenti, reagendo quindi in modo diverso alle variazioni termiche che giungono dallâesterno e dallâinterno; risulterà quindi indispensabile scegliere per ogni singola componente dellâimmobile il materiale isolante che più si addica a quel particolare tipo di situazione.

Come già accennato la prima suddivisione dei materiali è tra organici ed inorganici; entrambe queste categorie possono essere a loro volta suddivise in 2 sottocategorie, a seconda che siano di origine naturale o ottenuti da sintesi.

Tra gli isolanti organici naturali (cardini della bioedilizia) i più comunemente adoperati sono :

- il sughero
- la cellulosa
- i pannelli in fibra di legno
- i trucioli
- la paglia
- la lana di pecora

Paglie e trucioli, opportunamente pressati stanno venendo sperimentati nella bioarchitettura per la realizzazioni di opere murarie portanti. Il sughero e la cellulosa vengono normalmente impiegati per il riempimento di interstizi, mentre con la lana di pecora si realizzano materassini isolanti per svariate applicazioni.

Passando agli isolanti organici di sintesi ritroviamo, in forme solide e non, i classici: polistirene, poliuretano e polietilene; applicati nelle più svariate operazioni di isolamento, polietilene e poliuretano ben si prestano anche all'isolamento dei vari componenti degli impianti elettrici.

Infine tra gli inorganici spiccano la lana di vetro, la lana di roccia ed il vetro cellulare come isolanti inorganici sintetici, mentre tra gli inorganici naturali vanno ricordati lâargilla espansa e la vermiculite espansa; tutte le lane possono essere ottimamente impiegate in tutte le tipologie di isolamento purché in situazioni che non prevedano il contatto con la terra o con unâelevata umidità: in questâultimo caso si potrà efficacemente adoperare il vetro cellulare. Argille e vermiculite posso essere adoperate per compensare intercapedini tra i vari elementi edili e non, colmando eventuali vuoti nei sottopavimenti o realizzando solai leggeri.

Banner Dubli 468x60
TAG :

Per saperne di più

Risorse, documenti, link utili ed approfondimenti

Ultimi articoli pubblicati
6 Mag 2016
Il nuovo Piano di Sviluppo...

La commissione dellâUe ha approvato a novembre 2015 il Piano di sviluppo rurale... 

4 Mag 2016
Apertura società in...

Vuoi Aprire un azienda Agricola in Romania ? Aprire la tua Societa' non e' un problema,... 

4 Mag 2016
Acquisto terreni agricoli...

Studio Pirovano presente in Romania da 11 anni informa la stimata clientela su una... 

29 Apr 2013
Incentivi fiscali per...

Il 30 giugno 2013 scadono gli incentivi fiscali previsti dallo Stato per la ristrutturazione... 

11 Apr 2013
L'inchiostro solare

Celle fotovoltaiche di diametro pari a pochi milionesimi di millimetro in grado di... 

Imprese edili (108) Geometri (149)
Architetti (103) Ingegneri (49)
Avvocati (15) Notai (1)
Studi associati (48) Tecnici agronomi (44)
Anatocismo e usura bancaria